giovedì 30 giugno 2011

"Trousse" riciclosa

Nel sistemare gli armadi, tra le varie cose da eliminare ho ritrovato il cappuccio (mai usato)  di un vecchio giaccone, vi pare che non provassi a farci qualcosa? Per prima cosa l'ho smontato staccando la parte di cerniera che lo collegava alla giacca e ho tolto il cordoncino con i fermi.





Dopo un attimo di riflessione..ecco cosa ne è venuto fuori, una busta porta-oggetti da toilette per i miei ometti! Ho mantenuto la forma originale per non ridurne la capienza, ho solo arrotondato un angolo per renderla un po' più simmetrica;  se l'avessi  ritagliata sarebbe stata più bella ma molto più piccola. Stesso discorso per la cerniera, volevo seguire il tutorial di Filo-So- Pia ma.. ho dovuto fare come potevo, naturalmente anche la cerniera è un riciclo ed essendo  un po' lunga l'ho tagliata e fermata con alcuni punti. Con gli avanzi ho fatto anche una specie di impugnatura, beh.. tutto sommato non è proprio orrenda e comunque serve allo scopo!



Per abbellirla un po' ho applicato una targhetta di pelle.. non potevo metterci fiorellini o pupazzetti!!

martedì 28 giugno 2011

Ancora una collana e un bel libro per l'estate!

 Completamente diversa dalle precedenti, la collana Dada è in organza, perlone ed elementi vintage (autentici, anni '70)


A me piace molto, è "importante" pur nella sua semplicità e i nastri permettono di regolarne la lunghezza con un bel fiocco


Con questo post partecipo al Linky Party di Topogina







Ed ora un bel libro che ho appena letto e che mi è proprio piaciuto: di Amy Dickinson 
     Le Regine di Freeville




Dalla seconda di copertina:

La storia di una donna, la storia di una famiglia declinata al femminile, fatta di madri, di figlie, di sorelle, di zie: questa è la comunità delle «Regine» di Freeville, una cittadina nello Stato di New York, dove Amy Dickinson è cresciuta e dove ha cresciuto la propria figlia fra un viaggio di lavoro a Londra e uno a New York, a Washington, a Chicago… per mantenere se stessa, la figlia e il gatto di casa, dopo essere stata mollata dal marito di punto in bianco. Distrutta ma combattiva, Amy ha trovato il sostegno di tutte le donne della sua vita, in primo luogo la madre, che l’hanno aiutata a rimettere insieme i pezzetti sparsi della sua vita e a trasformarla in qualcosa di nuovo. E grazie a loro, Amy ha continuato a fare il suo mestiere, la giornalista, e ha scoperto che alla gente interessava leggere la storia della sua lotta quotidiana per la sopravvivenza: una lotta fatta di frequenti insuccessi e insperati successi, tutti affrontati con buon senso e soprattutto con un gran senso dell’umorismo...

Non conoscevo questa scrittrice-giornalista ma devo dire che il suo libro mi ha subito coinvolto e l'ho finito in fretta. Sarà che parla di sè e della sua vita reale e lo fa con una leggerezza e un'ironia coinvolgenti, sarà anche che a me piacciono queste storie di madri e di figlie (non amo infatti i racconti troppo fantasiosi e irreali) ma mi ha convinto e, se ne pubblicherà altri, non me li lascerò scappare!

La Dickinson tiene una rubrica che è pubblicata su più di 150 giornali negl iU.S.A.

sabato 25 giugno 2011

Altri bijoux estivi

Continua la mia piccola produzione di collane e bracciali estivi, mi diverto ad usare nuove (per me) e vecchie tecniche e a mischiare i materiali. Qui ho usato il filo in cotone/lino lavorato col filo di rame sottile, perline e "ciambelline" di terracotta per decorazione, filo metallico  più grosso per i ganci.









In questa versione invece ho usato delle perline vintage, mi piace il contrasto che creano con il filato un po' rustico color corda










mercoledì 22 giugno 2011

Bracciale in filo di rame

In questo periodo mi è tornata la voglia di lavorare con i fili metallici,  

Ho lavorato a maglia il filo di rame con le perline di vetro 
e ho "cucito" un gancio con asola, che ho modellato
 come i classici gancini da sarta, 
solo un po' più in grande, 
mi sembrava  un'idea carina e insolita.








domenica 19 giugno 2011

Bracciale ricicloso

L'idea per fare questa bracciale mi è venuta osservando la scatola del mio orologio, il supporto aveva proprio la forma giusta! I bracciali così aperti un tempo erano di moda e venivano detti alla "schiava", chissà perchè..


Il risultato mi piace abbastanza, naturalmente è migliorabile, il difficile è stato fissare la maglia di filo argentato al supporto, e allora l'ho cucita con dei piccoli punti nascosti

martedì 14 giugno 2011

Ho vinto il Candy dei Bibetti!!

Mi è da poco arrivato un pacchettino contenente il premio vinto al Candi de "I Bibetti",  il blog della Fede.
Si tratta di un bellissimo anello fatto da lei, oltretutto si poteva anche scegliere il colore preferito ed io ho scelto un bell'azzurro intenso, quasi turchese







L'ho messo in questa vecchia scatoletta per poterlo fotografare "in faccia"..insomma sopra! Non è bellissimo?! Sono stata proprio fortunata, grazie " la Fede" !!





lunedì 13 giugno 2011

Collana di lino

E' da un po' che non mi dedico alla creazione di nuovi bijoux..Con una matassina di filato, qualche perlina e perlona e un po' di filo metallico ho fatto questa collana "estiva"..come vi sembra?








sabato 11 giugno 2011

Aiutiamo Sissi

Mi unisco alle amiche che hanno pubblicato questo post per aiutare una dolce e sfortunata micetta..non abbandoniamola!!

Dal blog di Silvia

Tante gocce fanno un oceano: Sissy ha bisogno di tutti noi!

Oggi pubblico un appello per una micia di nome Sissy, che ha veramente bisogno di aiuto. Non si tratta solo di trovarle una buona famiglia... purtroppo Sissy ha bisogno di cure costose che però sono essenziali per salvarle la vita. Sissy è una gatta bianca e tigrata di circa 10 anni, dallo sguardo un pò malinconico: la maggior parte della sua vita è stata molto dura... abbandonata dalla proprietaria in strada, ha vissuto sei anni da randagia, cercando riparo sotto le macchine e elemosinando cibo porta a porta, probabilmente chiedendosi il perchè di quel brusco cambiamento.



Circa un mese fa alcune persone si sono accorte che la micina respirava male e non mangiava. L'hanno recuperata e portata da un veterinario, poi è stata affidata alla mia associazione "A Coda Alta". Purtroppo Sissy soffre di una fistola oro-nasale che non è migliorata con gli interventi e le cure già effettuate. I veterinari consigliano di portarla presso una clinica specializzata per eseguire esami specialistici e un intervento chirurgico di plastica ricostruttiva. Purtroppo le sue condizioni vanno peggiorando, mangia sempre meno e in un mese ha già perso un kg di peso. Ci rimane davvero poco tempo per aiutarla.
L'Associazione "A Coda Alta" è già in grande emergenza economica e, dovendo sostenere le ingenti spese per i cuccioli e gli adulti abbandonati, attualmente non è in grado di affrontare da sola i costi delle cure per la micia. Basterebbero tante piccole donazioni e Sissy potrebbe guarire e continuare a vivere, magari venendo poi adottata in una buona famiglia.
Per una piccola donazione, intestata a A.A.A. A CODA ALTA ONLUS, con causale “salviamo Sissy”: Conto corrente postale numero: 5619271 IBAN: IT60T0760113000000005619271. Oppure conto corrente bancario: Carife filiale di Migliarino, IBAN:IT63K0615567280000000005964.

Se non avete possibilità di fare una donazione, diffondete questo appello più che potete, per favore... sarebbe già aiutare Sissy ad avere maggiori possibilità di salvezza.
GRAZIE VERAMENTE A CHI FARA' QUALCOSA PER SISSY... GOCCIA DOPO GOCCIA POSSIAMO REGALARLE UN OCEANO DI SALVEZZA.

venerdì 10 giugno 2011

Giacchino di cotone

Finalmente l'ho terminato!! Come al solito, quando incomincio un nuovo lavoro parto in quarta e poi, ad un certo punto, pianto lì..e non riesco più a  finirlo! A questo mancava solo un pezzettino delle maniche ma era in attesa da più di un mese..ora mi sono ripromessa però di non iniziare altri lavori prima di aver finito quelli incompiuti..ed ecco qua! E' un giacchino corto, poco più di un bolerino, da portare sopra top e canotte estive..inizialmente lo volevo realizzare ad uncinetto ma, con questo tipo di filato, veniva troppo rigido e pesante ed allora ho optato per un semplice punto ai ferri. Ho usato il n.4,5 così da ottenere una lavorazione un po' "traforata", mi piace come è venuto!!



L'ho lavorato con il cotone del maxi-gomitolo che avevo postato qui questo:




                         il campione del punto, semplice maglia rasata con dei pois in rilievo



                  Al posto dei bottoni  ho fatto una chiusura con due laccetti, a me piace e a voi?





giovedì 9 giugno 2011

Candy di Compleanno



Oggi è il 9 giugno e tra un mese esatto, il 9 luglio, è il mio compleanno..il MIO questa volta, non del blog! E allora vorrei festeggiare insieme alle amiche bloggherine con un bel Candy..le regole per partecipare sono le solite:

!-Lasciare un solo commento ( solo sotto a questo post, per favore, grazie!)

2-Mettere l'immagine sul vostro blog con il link al mio

3-Essere miei fallowers, (non è obbligatorio ma naturalmente mi farebbe piacere..)

E poi volevo anche aggiungere..indovinare quanti anni compio.. ma alcune mi conoscono di persona e lo sanno già!

Entro l' 8 di luglio, mi raccomando! Il 9 si procederà all'estrazione, naturalmente il premio sarà una mia "creazione" a scelta della vincitrice tra quelle da me proposte..se le partecipanti saranno numerose i premi saranno più di uno..ve li mostrerò nei prossimi giorni..spero di aver detto tutto, buona fortuna!

venerdì 3 giugno 2011

Fettuccia...la produzione continua!

Pensavate che avessi esaurito le t-shirt da riciclare e da cui ottenere la fettuccia? Beh, lo credevo anch'io..poi un giorno, nel sistemare gli armadi, mi sono venute fra le mani delle canottiere dei miei uomini..Ormai in disuso da tempo, alcune erano un po' ingiallite, allora le ho lavate e candeggiate, dopo di che le ho tinte di un bel bluette navy..Però le cuciture sono rimaste bianche..evidentemente non erano di cotone ma di poliestere (che non "prende"il colore)..Ecco la mia "produzione"



Non ho ancora deciso come la utilizzerò..prima però devo terminare i lavori in corso o wip, non ho molta voglia di finirli , e si che mi manca  proprio poco..mah, parto sempre con entusiasmo e poi..(devo ancora imparare a finire una cosa prima di incominciarne un'altra.. ma temo che se non ho imparato fino ad ora..) In compenso non mi stanco  di leggere e questi sono gli ultimi libri che ho letto (questi sì..li ho terminati!!)



La donna che si immerse nel cuore del mondo di Sabina Bermann

 " Un romanzo sulla diversità e sulla libertà, sui mille sentieri inattesi e pericolosi per i quali ognuno di noi cammina col suo personalissimo fardello di qualità e difetti, speranze e ossessioni."

La protagonista è una ragazza autistica e dotata di qualità eccezionali..l'argomento mi interessava particolarmente e all'inizio il libro mi piaceva abbastanza ma, proseguendo  mi ha un po' deluso..   Forse non ero nello stato d'animo giusto.. e magari ad altri può piacere, e allora ho voluto postarlo lo stesso!


Completamente d'altro genere questo piccolo libro di Antonio Gramsci, molto interessante e ancora attuale anche se scritto nel lontano 1917: Odio gli indifferenti Il titolo mi aveva incuriosito ma temevo fosse un po' pesante..invece si legge bene ed è ricco di spunti di riflessione..
«L’indifferenza è vigliaccheria. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia.» Antonio Gramsci




Di Franca Valeri:  Bugiarda no, reticente


"Più che un'autobiografia, -Bugiarda no. Reticente- è un vitale, indisciplinato, liberissimo confidarsi di Franca Valeri, come fa la notte con se stessa o con i suoi amati cani..Nel libro emergono ricordi personali molto lontani e limpidissimi, sempre trasfigurati da un'intelligenza sintetica e spiazzante. A partire dai genitori, e passando per la scuola, le leggi razziali, la guerra, il trasferimento da Roma a Milano, si arriva agli episodi più importanti della lunga carriera.. Franca Valeri commenta e valuta la vita con il suo sorriso storto, con serenità, schiettezza e soprattutto con un'intelligenza di cui le si è grati a ogni riga, per la sua qualità profonda e non appariscente; in un fluire ininterrotto la sua voce tocca (con fuga) l'educazione, la moda, il commercio, le passioni, le abitudini, il rapporto con gli altri e con gli animali, la politica, il valore delle parole, l'utilizzo del proprio tempo. Leggerezza, acume, ironia in ogni riga, per una grande lezione di stile. Perché «la comicità è un lavoro di cervello»." 
Questo libro mi è piaciuto molto, amo franca Valeri e il suo stile così ironico e intelligente, ve lo consiglio!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...