martedì 30 agosto 2016

Letture estive




di Paola Cereda

Le tre notti dell'abbondanza


Ho  letto velocemente questo bel libro,  faccio sempre così quando 
la scrittura è scorrevole e le vicende narrate sono coinvolgenti e quindi...
ve lo consiglio! Tutto accade in un paesino del sud,  Fosco:

"Fosco è un paese arroccato su uno scoglio a picco sul mare. Per arrivare alla spiaggia, 
bisogna avventurarsi lungo una scala di legno e pietra che nessuno si è mai preso
 la briga di aggiustare. Perché il mare è maledetto e gli abitanti non 
lo possono avvicinare. La Calabria di Fosco è una terra aspra dove il tempo 
scorre lento, dove tutti corrispondono ai propri ruoli e ai propri cognomi e, 
fin dalla nascita, hanno il loro posto nel mondo. 
Le regole, dettate dalla malavita locale, sono legge per coloro che lì nascono. 
Per tutti, ma non per Irene. Irene ha quindici anni e un quaderno arancione
 sul quale disegna il quotidiano, così come se lo immagina. 
La notte, sui tetti di Fosco, si incontra con Rocco, il figlio di uno sparato, 
in uno spazio di complicità e tenerezza che permette di fantasticare
 un altro mondo possibile. Durante l'annuale pellegrinaggio alla
 Madonna delicata, Irene e Rocco ascoltano una conversazione
 tra masculi che cambia per sempre il corso delle loro vite. 
Le successive tre notti dell'abbondanza segnano un prima
 e un poi senza ritorno. E se è vero che le donne di Fosco
 nutrono il sistema e spingono i figli a vendicare, 
c'è chi prova a cambiare, 
nella convinzione che la vita si accetta ma non si subisce.
 Irene farà la sua scelta. La vita, per lei, 
è una pennellata di colore su un muro bianco."









di  Care Santos
Tre tazze di cioccolata

"Sara, moglie e madre modello, è proprietaria di un negozio che a 
Barcellona è sinonimo di cioccolato, ed è fiera di continuare la tradizione 
di famiglia. Prima ancora di lei Aurora, la cui madre era al servizio 
di una famiglia borghese del XIX secolo, per la quale la cioccolata è
 qualcosa di proibito e peccaminoso. 
E all’inizio di tutto c’era Marianna, moglie del cioccolataio più famoso 
del XVIII secolo, inventore di una macchina prodigiosa. 
I destini di queste tre donne sono intrecciati e indissolubilmente
 legati alla storia di un’antica cioccolatiera di porcellana, 
che passa di mano in mano trasmettendo l’amore per la cioccolata,
 la vita e il coraggio di inseguire i propri desideri. 

Care Santos, narratrice magistrale, racconta di un’unica dolce
 passione che unisce destini e segna la vita delle sue protagoniste 
attraverso tre secoli di storia. 
Un viaggio nel tempo che ha profumo e sapore, in cui ogni pagina
 è inebriante come una droga leggera.
 Dopo i grandi bestseller al femminile Chocolat di Joanne Harris
 e Dolce come il cioccolato di Laura Esquivel, un grande intreccio 
di passione, forza e dolcezza, che consacra definitivamente 
Care Santos al grande pubblico."

A differenza del primo, questo libro non mi è piaciuto molto e ho
fatto anche fatica a leggerne alcune parti ma,  non amando lasciare cose a metà,
 l'ho terminato.  E sì che ero stata attratta dal soggetto: un'antica porcellana di Sèvres,
 la cui storia si intreccia con quella dei tanti personaggi, alcuni realmente esistiti,
ma nell'insieme il romanzo mi è parso slegato e confusionario...
forse sono troppo esigente oppure non l' ho capito
e sicuramente ad altre persone sarà piaciuto,
 d'altra parte... ognuno ha i suoi gusti!





16 commenti:

  1. Quanto leggi!!!Il primo mi incuriosisce ...ma io ci impiego tanto tempo per leggere un libro! Non ricordo se è qui che ne ho parlato, generalmente nella scelta di un libro mi faccio guidare molto dall'immagine della copertina (è sciocco lo so', anche se a me quell'immagine mi piace vederla "girare" per casa) L'altro giorno ho comprato "I baci sul pane " di Almudena Grandes ...un po' mi perdo nei nomi e nelle storie di gente che vive in questi anni di interminabile crisi ....però la descrizione dei baci sul pane mi ha ricordato quando lo facevo io (e lo faccio ancora tuttora).... Il pane che cadeva o quello che non riuscivo a finire a merenda e lo davo al cane .... Un saluto !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao FrancaRita, non sei l'unica ad essere attratta dalle copertine, succede a molti e anche a me..io leggo molto la sera tardi e di notte perchè da qualche anno dormo poco.
      Non ho ancora letto "I baci sul pane", fammi sapere com'è... un abbraccio grande
      Carmen

      Elimina
  2. Cara Carmen, sono passato per augurarti una buona e serena giornata.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tomaso, come stai? Spero vada tutto bene, un abbraccio e buona giornata anche a te!

      Elimina
  3. grazie per questi consigli di lettura.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Fiore, grazie a te...buona serata!!

      Elimina
  4. Ottimi consigli ,li leggerò nei miei viaggi in treno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Costantino, grazie della visita, buon w.end!

      Elimina
  5. tre tazze di cioccolata mi ispira di più

    Comunque ho ripreso a scrivere sul mio blog, sarei felicissima se passassi a vedere cosa ho combinato in questo paio di mesi!
    Luisa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io sono stata attratta da titolo...ti ringrazio e passo a trovarti, ciao!

      Elimina
  6. Grazie per questi ottimi consigli.
    Saluti a presto.

    RispondiElimina
  7. Grazie per i suggerimenti. Io leggo volentieri, quando ho tempo e, adesso che ho ripreso il lavoro, di tempo me ne resta ben poco, anzi quando torno a casa mi resta lo stress. Sono libri che non conosco e li terrò presente. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si fa quel che si può..io vado a periodi ma di solito leggo parecchio e un po' di tutto..
      Buona giornata, ciao!

      Elimina
  8. Ciao👋 Carmen, grazie per questi consigli sui libri, buona giornata!😘

    RispondiElimina

Grazie a tutte le persone che mi vorranno lasciare un loro pensiero, risponderò a tutti sotto il post!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...