sabato 21 maggio 2011

Tempo.. di lana!!




Si, fa decisamente caldo per sciarpe e berretti..ma è il clima giusto per disfare i cuscini ed arieggiare e lavare la lana..Un tempo si rifacevano anche i materassi, in casa arrivava il "materassaio" con il suo curioso attrezzo e chi ha qualche anno come me, forse se lo ricorda..quest'aggeggio qui


                                                                       foto dal web
E' una cardatrice manuale:  la lana compattata dall'uso, veniva inserita tra i due "pettini" e, con un movimento avanti-indietro regolare e costante,  ritornava soffice come una nuvola..ricordo che da bambina guardavo affascinata questa trasformazione, adesso se ne vedono solo nei musei del nostro passato contadino..i materassi di lana sono scomparsi e hanno lasciato il posto a quelli, più igienici di lattice o a molle..Eppure un tempo soffrivamo molto meno di allergie e malanni vari..mah! Ma torniamo ai miei cuscini..la lana l'ho lavata con acqua tiepida e sapone di Marsiglia, sciacquata e messa al sole..ogni tanto bisogna rigirala e "curarla", poi con le mani si "strappa" cercando di disfare i bioccoli più compatti..certo non viene come quella che ricordavo ..però è sicuramente meglio di prima!


I miei cuscini adesso sono diventati decisamente "cicciotti".. non mi resta che ricucirli e ridare loro una forma più decente



La cosa più difficile è fare il trapunto con i due "bottoni" di lana




Finiti! Non è un lavoro molto "artistico" però sicuramente utile..sono soddisfatta..



Colgo l'occasione di salutarvi e auguravi buon w.e., ci vediamo tra una settimana..parto per una breve vacanza all'Isola d'Elba, a presto!

22 commenti:

  1. Ciao carissima, buona vacanza, non sono mai stata all'Isola d'Elba ma credo sia bellissima.
    Quanti ricordi...i miei nonni facevano cardare la lana e veniva il materassaio che si fermava in cortile....direi che hai fatto un gran bel lavoro, complimenti! Ciao ciao Gisella

    RispondiElimina
  2. Cara Bilibina
    che belli i cuscini di lana, altro che imbottitura di poliestere! come mai si fa il trapunto con i bottoni di lana?
    un bacione
    Giuliedda

    RispondiElimina
  3. Conosco la macchina per cardare la lana perchè mio nonno faceva il materassaio. A Milano si chiamava "cagna"...Appena sposata ce l'avevo in casa e, opportunamente ripulita e laccata di vernice trasparente, la usavo come tavolino portatelefono!
    Complimenti per i tuoi cuscini: hanno un bell'aspetto.

    RispondiElimina
  4. buona settimana...goditi sole e mare:)
    ciao Grazia

    RispondiElimina
  5. Che bella questa lana,anch'io ho cuscini cosi',ed anch'io ,da piccola ho assistito alla delicata operazione di rasatura delle pecore,pulitura della lana e cardatura,solo che si faceva a mano da me!

    RispondiElimina
  6. Per fortuna non si usano più questi metodi come una volta!! Non pensate a male, ma chi soffre di allergia come me non deve stare a contatto con la lana e avere cuscini di lana.
    E' giusto che ricordi che a questa stagione va fatta la pulizia accurata nel modo in cui dici dedicata non solo per ricordare i metodi più antichi insegnatoci dalle nonne, ma a chi è rimasto amante della lana. Baci Silvia

    RispondiElimina
  7. Oh, me la ricordo sì la cardatrice a mano...santa paletta ha anche un nome dialettale e non me lo ricordo. Mi informerò.
    Nella mia infanzia ci sono ricordi di materassi in penne di gallina, però; la lana era troppo costosa.

    RispondiElimina
  8. Buona vacanza! Anch'io questa settimana dovrò fare questo lavoro ai cuscini. Ciao !

    RispondiElimina
  9. ciao
    mi hai fatto ricordare quando da piccola mia zia cardava la lana e aveva proprio l'attrezzo della foto.

    RispondiElimina
  10. Ciao Carmen!
    Non mi ricordo dei materassi di lana, nonostante la mia non verdissima età si usavano già quelli a molle, ma ricordo ancora i cuscini, quello sì, e ricordo che poi mia mamma aveva deciso di farci fare una trapunta con la lana dei cuscini, appunto perchè non si buttava niente.
    Sono andata indietro a leggere i tuoi post, che belli i tuoi micioni, mi piacciono le presentazioni che hanno (hai) fatto!
    Ciao, e buone vacanze, divertiti tantissimo!
    Heidi

    RispondiElimina
  11. Rilassati il più possibile,divertiti!!!^^
    che bello vedere come si carda la lana non l'avevo mai visto così da vicino quest'attrezzo!!!
    peccato che non posso usare questi cuscini anchio per via dell'allergia,saranno di una morbidezza estrema!!!
    buon viaggio
    baciotti
    Denny*

    RispondiElimina
  12. Ciao che lavoro!!! me li aveva rifatti mia suocera, erano come i tuoi cicioottosi, buone vacanze divertiti e rilassati baci rosa a presto.)

    RispondiElimina
  13. ciao!!!
    ma che bei ricordi hai rievocato!! buone vacanze! l'Elba è bellissima, noi abbiamo la casa a Cavo, magari un giorno ci incontreremo!!!
    baci!

    RispondiElimina
  14. Che bei ricordi hai suscitato, anche da noi veniva il materassaio, ma io ricordo anche che da piccola piccola c'era una stanza sopra la stalla dove si facevano questi lavori, e la lana veniva filata per farne calze.la mia bisnonna usava l'attrezzo della fotografia facendolo oscillare e ne venivano fuori delle nuvole di lana.Non vorrei essere retorica, ma erano bei tempi, o almeno io li ricordo così con gli occhi di bambina.
    I tuoi cuscini sono molto invitanti, chissà come sono morbidi.
    Buona Domenica.Silvia

    RispondiElimina
  15. Sei stata bravissima, io invece l'ho tirata fuori da cuscini che non uso più a causa della mia allergia, dopo averla lavata ne ho cardata un pò con la spazzola per cani comprata appositamente, e dopo tanta fatica, durante i miei lavori di pulizia generale l'ho buttata! Sono una screanzata ma è troppo stancante la cardatura!!!........
    Buona vacanza, divertiti!!
    Bacioni
    Francy

    RispondiElimina
  16. sinceramente i sono per i cuscini alle piume d'oca,col tempo e trovando i cuscini adatti ho ridotto i mal di testa ,evidentemente provocati da atteggiamenti errati del collo!
    Nonostante la mia preferenza per l'altro cucino,il tuo post è interessantissimo...avevo solo sentito parlare di quell'aggeggio...
    buona domenica

    RispondiElimina
  17. Hai anche la voglia di "rinfrescare" i cuscini di lana??????...Santa Donna!!!!!!
    Un bacio, buona domenica. Laura

    RispondiElimina
  18. anche i lavori utili sanno dare soddisfazione quando sono fatti bene! brava

    RispondiElimina
  19. Che brava che sei...rifai anche i cuscini di lana!!! Io non oserei mai cimentarmi in un'impresa così!

    Emanuela

    RispondiElimina
  20. non ci crederai ma mia mamma, un paio di settimane fa, ha fatto fare ad una signora lo stesso lavoro sul mio povero materasso (a mia insaputa) non ti dico le prime notti, mi sembrava di essere su un materasso ad acqua!! grrrrrrr ma non era meglio comprarne uno nuovo in lattice!?! forse spera che me ne vada presto da casa :(

    RispondiElimina
  21. ciao, fino ad un paio di anni fa rifacevo i cuscini o li portavo dal materassaio ma poi ho deciso di comprarmi un bel cuscino per la cervicale che posso tranquillamente lavare e che non cambia forma.
    Grazie del bel ricordo.....
    Barbara

    RispondiElimina
  22. quanti ricordi......mia nonnna l'aveva ed ogni primavera si rifacevano materassi e cuscini.....
    per me che ero una bimba era un divertimento.......

    RispondiElimina

Un grazie di cuore a tutti coloro che mi leggeranno e vorranno lasciarmi un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...