lunedì 23 giugno 2014

Ultimi libri letti

Era da un po' che non scrivevo post sui libri che leggo..ultimamente vado un po'
più a rilento,  leggere mi stanca molto la vista anche
perché leggo per lo più la sera tardi..
comunque qualcosina da presentarvi ce l'ho!

Questi libri sono di uno dei miei autori preferiti:
Eric Emmanuel Schmit




Ulisse da Bagdad

"Saad è un ragazzo onesto e beneducato, ha un padre colto e stravagante, una madre protettiva e tre amatissime sorelle, studia per laurearsi in giurisprudenza e vuole sposare Leila, la ragazza di cui è innamorato. Ma Saad ha un problema, è iracheno, e ciò che in altri paesi è un percorso di vita normale, in Iraq è semplicemente impensabile. La feroce dittatura di Saddam Hussein, la guerra, l’embargo e l’occupazione americana hanno messo il paese in ginocchio, Baghdad è una città sconvolta da attentati terroristici, non c’è cibo, non ci sono medicine e regnano l’odio e il sospetto. Come tanti altri, Saad decide quindi di andare a cercare miglior fortuna in Europa: Londra è la sua meta. Senza soldi, senza passaporto, inizia una rocambolesca odissea attraverso il Medio Oriente, il Mar Mediterraneo e l’intero continente europeo. È lui, Saad, l’Ulisse dei nostri giorni, l’uomo che racconta i pericoli che attendono chi cerca una nuova casa, un luogo dove vivere un’esistenza serena. 
È una favola, un’altra delle belle favole a cui Eric-Emmanuel Schmitt ci ha ormai abituato, piena di humour e di malinconia, di momenti dolci e di momenti decisamente aspri, ed è anche il pretesto per affrontare un problema scomodo, quello degli immigrati clandestini, che troppo spesso noi europei benestanti tendiamo a ignorare o a far finta di non vedere."




Il bambino di Noè
(bellissimo!)


"Da uno dei più interessanti narratori europei contemporanei, una nuova storia affabulante e drammatica, delicata e commovente su un’infanzia difficile. Non per motivi privati: qui è la scena storica a mettere in pericolo il piccolo Joseph, ebreo, che sotto il dominio nazista in Belgio rischierebbe la deportazione, se non intervenisse a sottrarlo da una fine sicura un personaggio memorabile, Padre Pons, il Noè che allestisce per il bambino un’Arca in cui salvarlo dalla tragica tempesta che si sta abbattendo sul continente. Fingendosi cattolico, tutelato però dagli insegnamenti toraici che Padre Pons intende impartirgli perché la sua identità non sia compromessa, il piccolo Joseph viene custodito in una cripta che si trasforma in un mondo magico e assoluto, finché il diluvio nazista non esaurisce la sua opera di devastazione. A fine conflitto Joseph conoscerà i riti di Villa Gialla, dove alberga con altri orfani e piccoli sopravvissuti: ogni sabato in fila, esaminati da famiglie in cerca dei figli dispersi o di bambini da adottare. Una fiaba moderna che, al nero della storia, sovrappone tutti i colori dell’arcobaleno, tratta da una vicenda realmente accaduta e calamitata da quel capolavoro che è Arrivederci ragazzi, il film di Louis Malle che Schmitt arriva, enigmaticamente, a citare nell’arco della sua indimenticabile favola su un’infanzia non perduta e riconquistata."







La rivale
Un racconto su Maria Callas

riassunto da

"È la storia di Maria Callas raccontata dalla sua più acerrima rivale (nel racconto Carmela Babaldi). Questo inedito e poco celebrativo punto di osservazione consente a Schmitt di evitare la solita biografia agiografica e di regalare un racconto dissacrante e divertente, ricco di aneddoti gustosi e di osservazioni molto competenti sul mondo della lirica. Carmela Babaldi, che prima dell'avvento della Callas, era stata il soprano più amato dal pubblico, torna dall'esilio argentino a Milano dopo tanti anni di assenza. È ormai una donna anziana, inacidita dai ricordi dei successi della sua rivale (che è morta da anni). Entra alla Scala per ritrovare l'atmosfera dei suoi giorni di gloria e si trova faccia a faccia con un gruppo di turisti, ai quali la guida spiega che Maria Callas è stata la voce più bella di tutti i tempi e che non ha mai conosciuto rivali capaci di contenderle lo scettro della lirica. Per Carmela Babaldi questo è un colpo, e solo il primo, che la trascinerà in una straziante (ma anche, per i lettori, comica) rievocazione della feroce sfida tra le due primedonne della lirica. Schmitt così fa raccontare all'inferocita rivale tanti episodi pubblici e privati dell'ascesa e del trionfo di Maria Callas."




Anche George Simenon mi piace molto…e non solo per le storie
del Commissario Maigret! Amo il suo stile asciutto, senza fronzoli
ma molto efficace..le atmosfere un po' noir ma mai troppo
sanguinolente e l'approfondimento psicologico dei personaggi..
Il piccolo libraio di Archangelsk
trovate  il riassunto ed il commento

14 commenti:

  1. peccato .. sempre risicato il tempo da dedicare alla lettura ... mi piacerebbe molto leggere il secondo e l'ultimo
    dalla trama mi attirano parecchio ... un bacione e buona settimana
    giusi

    RispondiElimina
  2. Non manca la scelta! Complimenti, bellissime le tue recensioni ;-)
    Buona serata <3

    RispondiElimina
  3. Io ho tantissimi titoli in sospeso, prevalentemente di Banana Yoshimoto e Haruki Murakami. Sicuramente li farò fuori durante le notti insonni che agosto immancabilmente ci riserverà :)
    Un abbraccio, buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Cara Carmen, vedo che tu leggi molti libri,considero, leggi anche per me.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. mi sembrano molto interessanti, ne prendo nota, grazie per i suggerimenti non conoscevo questo scrittore! Lory

    RispondiElimina
  6. che brava che sei Carmen!grazie per le recensioni!un bacione:) a presto!simona

    RispondiElimina
  7. Un autore che non conoscevamo, potrebbe essere un'interessante lettura per quest'estate!! Grazie per le info... Buona serata!!!
    Carmela e Davide

    RispondiElimina
  8. grazie per i tuo consiglio, spero di leggerlo!!! un abbraccione

    RispondiElimina
  9. ho visto ora, sai che mi era apparso solo l'ultimo dei 4 pubblicati, mi solleticava l'idea di lettura. grazie ancora smack

    RispondiElimina
  10. Ciao cara Carmen, una vera e propria rassegna. Da spunto effettivamente. Un abbraccio...e sempre in difficoltà con Google. Un abbraccio. NI

    RispondiElimina
  11. ciao
    non conosco questi libri. Io devo aggiornare il post delle mie letture di maggio e di giugno.

    RispondiElimina
  12. Belli questi titoli cara Carmen . Anch'io come te leggo alla sera , quando tutte le incombenze della giornata sono finite e finalmente ho la tranquillità e il silenzio per concentrarmi nella lettura !!!!Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  13. Grazie per le recensioni: le proposte librarie sono sempre ben accette!
    Ciao, Tatiana

    RispondiElimina

Un grazie di cuore a tutti coloro che mi leggeranno e vorranno lasciarmi un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...