lunedì 29 settembre 2014

L'orso di San Romedio

Il Santuario di San Romedio (732 m.) è uno dei più caratteristici eremi e testimoni della fede cristiana d’Europa. Sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri dove, secondo la leggenda, Romedio di Thaur, avrebbe trascorso la sua vita in eremitaggio. Una ripida scalinata di 131 scalini ci conduce  fino alla sommità dello scoglio roccioso attraverso un complesso di cinque piccolissime chiesette sovrapposte. Per info su orari e giorni di visita cliccate sul 




dopo una carrellata di foto dell'esterno, degli interni e dei numerosi ex voto
presenti nel Santuario, qualche scatto dell'ospite più famoso: Bruno!




ed ecco la sua storia:





La leggenda di San Romedio

Nel quarto secolo dell'era cristiana, all'epoca di San Vigilio vescovo di Trento, viveva, in una solitaria e selvaggia valletta della Valle di Non, un eremita chiamato Romedio. Narra la tradizione che il vecchio anacoreta, sentendo prossima l'ora della sua morte, desiderasse compiere un ultimo viaggio a Trento per ricevere la benedizione del santo Vescovo. Ultimati i preparativi del viaggio, i discepoli di Romedio si apprestavano a sellare il vecchio cavallo dell'eremita quando videro un grosso orso che stava divorando tranquillo la povera bestia legata ai margini del bosco. Accorse sul posto, Romedio, senza alcun turbamento e senza paura dell'orso, ordinò a questo di accucciarsi e di lasciarsi sellare. L'orso indossò la bardatura del cavallo morto e così Romedio iniziò il suo pellegrinaggio verso Trento. Uno stormo di uccelli accompagnava la piccola carovana annunciando a tutti l'eccezionale viaggiatore che al suo passaggio compiva molti miracoli. Al suo arrivo a Trento le campane del Duomo suonarono a festa per rendere omaggio al singolare personaggio. A Sanzeno, in Val di Non, un santuario evoca la figura di San Romedio che visse, secondo la storia, molto probabilmente durante il ciclo longobardo e venne canonizzato verso il 1100.

(da F.Osti "L'orso bruno nel Trentino" - 1999)


29 commenti:

  1. Ci sono stata a Luglio, un luogo assolutamente unico, non ti nascondo un profondo senso di smarrimento e pace davanti a certe testimonianze.
    Belle le foto e mi ha fatto piacere ricordare un momento intenso.
    Grazie.
    Un bacio,Cinzia

    RispondiElimina
  2. un luogo bellissimo e da un senso di pace.....

    RispondiElimina
  3. Sei venuta nel mio Trentino, mi fa piacere che ti sia piaciuto il Santuario. Il piccolo cimitero dei frati poco sopra l'hai visto? E' un po' trascurato ma da lì si domina il Santuario e dà l'idea della vita in assoluta solitudine ed isolamento degli abitanti del convento.

    RispondiElimina
  4. Grazie di queste belle immagini!Baci,Rosetta

    RispondiElimina
  5. il trentino è stupendo, ci sono stata e ho visto cose che nel resto d'italia ci scordiamo

    RispondiElimina
  6. Sono rimasta incantata...grazie per la condivisione. Ciao.

    RispondiElimina
  7. Ciao Carmen, non conoscevo questo luogo,bellissime le immagini e anche il tuo raccontare,,,grazie della condivisione . Buona giornata
    Gio

    RispondiElimina
  8. è un luogo bellissimo sono stata molti anni fa e ne ho un bel ricordo, per l orso va beh. fa un po' pena vederlo costretto in cattività così ma letta la sua storia si capisce il perchè e allora è meglio li che libero nel bosco dove avrebbe fatto la fine di Daniza.... :-((
    ciao!!

    RispondiElimina
  9. Ma guarda che bello!
    Si sono stata ogni anno per anni :D

    Speravo di tornarci questa estate con Edoardo ma alla fine non ce l'abbiamo fatta.

    Ma quindi l'orso c'è ancora?

    RispondiElimina
  10. Cara Carmen, non conoscevo per niente di questo grande santuario, e pure della leggenda.
    Grazie di queste belle foto cara amica.
    Ciao e buona giornata con un abbraccio.
    Tomaso

    RispondiElimina
  11. ciao Carmen, ma che bello qui!non conosco questo posto...è una meraviglia...e l'orso? grazie per le informazioni....come stai?spero che vada tutto bene...ti abbraccio simona:)

    RispondiElimina
  12. che posto meraviglioso e che bello l'orsetto ^_^
    ciao Carmen, un bacio!

    RispondiElimina
  13. ciao
    ci sono stata un po' di anni fa in questo santuario. Veramente molto bello. L'unica cosa che mi ha fatto tristezza è stato l'orso, in quel periodo ce n'erano 2.

    RispondiElimina
  14. Non conoscevo nulla di questa storia, grazie!!!

    RispondiElimina
  15. Che posto bellissimo, non conoscevo la leggenda.
    ciao
    Paola

    RispondiElimina
  16. Grazie per le foto di questo
    luogo bellissimo, che io non
    conoscevo, ciao.

    RispondiElimina
  17. Bello San Romedio!
    Ci sono stata anni fa e lo ricordo sempre con piacere! Però l'orso non l'avevo visto, bellissimo!

    RispondiElimina
  18. bellissimo l'orso e la sua storia, magnifici i panorami della val di Non!!

    RispondiElimina
  19. Cara Carmen, sono stata a San Romedio già diversi anni fa ma la magia di quel luogo è indimenticabile... e l'orso è un valore aggiunto!

    RispondiElimina
  20. Molto, molto bello e particolare, quei tetti mi fanno sognare!!!!!.Anche voi avete l'usanza di recarvi una volta l'anno ad un santuario????.

    RispondiElimina
  21. Oh mamma ma Bruno è bellissimo!
    Grazie per le foto stupende e per l'incredibile senso di pace!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  22. Mi piace molto questo Santuario, in val di Non ci son venuta con la famiglia per parecchi anni e San Romedio era una tappa obbligata,fare tutti gli scalini per una come me che non ama fare le scale, era un dovere rivedere tutto partendo dall'alto ...già è l'unico santuario che è stato edificato partendo dall'alto.....scendendo poi e constatare tutte quelle sante testimonianze sempre molto toccanti per arrivare giù e salutare anche il simpatico Bruno....bei tempi quanto è bello il Trentino, adoro quei bei posti Ronzone, passo Mendola Fondo, Cavareno, lago Smeraldo, più avanti Tovel ecc. ecc potrei andare avanti a ricordare posti e momenti stupendi, grazie per aver condiviso queste belle foto con la sua storia....

    Buona serata,
    Laura

    RispondiElimina
  23. Bello il Santuario, e bellissima storia quella di Bruno, che rincuora in un periodo in cui altri abitanti della natura sono stati trattati in modo ben diverso.

    RispondiElimina
  24. Quanti ricordi a San Romedio Carmen!
    Ci andavo sempre con i miei quando andavamo in vacanza in Trentino.
    E anche allora c'era un orso!
    Sarà lo stesso?
    Grazie per il post che mi ha riportato indietro nel tempo!
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  25. Una storia e un luogo interessanti! Ciao, Arianna

    RispondiElimina
  26. Splendido! Ci sono stata alcuni anni fa, è un luogo davvero suggestivo.
    Mariagrazia

    RispondiElimina
  27. Ciao Carmen , che belle foto hai fatto ! Essendo vicina vado spesso in Val di Non , anche perchè la mia mamma è originaria di quella valle e il mio nonno materno che li è nato ma da sposato ha vissuto a Trento ,riposa in un piccolo paesino della Val di Non ...Quante volte ho visitato il Santuario e che atmosfera.....Ti abbraccio cara Carmen...A presto , Mirtilla

    RispondiElimina
  28. Ciao Carmen, che bello leggere della tua esperienza, mi sembra di essere li con te.... grazie per le tante foto che ci aiutano, almeno noi che non ci siamo mai state, ad immaginarci quel bel posto.

    Un bacione, Alex

    RispondiElimina
  29. Mi sono sposata a San Romedio! Sfondi una porta aperta!

    RispondiElimina

Grazie a tutte le persone che mi vorranno lasciare un loro pensiero, risponderò a tutti sotto il post!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...