martedì 22 novembre 2011

Bracciale ed orecchini

Ho realizzato questa parure
con filo argentato, perline e delle pietre grigio metallizzato
  di cui non ricordo il nome,  ma che hanno
 un colore molto bello!







Lucia mi ha appena ricordato il nome del
 minerale grigio: labradonite
grazie mille!




domenica 13 novembre 2011

Tendina sotto-caminetto e cuoricini

Ho fatto questa tendina semplicissima ma utile per celare il vano dove si mettono tutte le cianfrusaglie. Dovendola lavare spesso ho evitato di applicare troppe decorazioni, solo un piccolo bordino ed un cuoricino che posso mettere e togliere











                        L' altro vano l'ho lasciato a vista perchè mi piace vedere la legna accatastata.




                  Con la stessa tela della nonna ho fatto anche un altro paio di cuoricini da appendere













venerdì 11 novembre 2011

Pendente Foglia (tutorial)

Alcune amiche bloggers mi hanno chiesta
come realizzo i miei pendenti col filo metallico.
Eccone un esempio con alcune foto passo passo.
Il filo metallico sottile si può lavorare con i ferri da maglia o
con l'uncinetto e le perline si possono infilare prima sul filo
 oppure applicare successivamente come ho mostrato qui.
Ma se vogliamo un pendente  meno deformabile dovremo
 usare un filo più grosso e,  in   questo caso,  non potremo usare ferri e uncinetti
 ma solo le nostre mani, con l'eventuale aiuto delle pinze.
Ecco il mio metodo, ma mi raccomando,  fate attenzione agli occhi
 quando lavorate col filo metallico "libero",  sarebbe
meglio usare degli occhiali di protezione!!








N.B.
Purtroppo le foto sono state cancellate da Image Shack e,
di conseguenza,  anche dal blog.
Potete visionare il nuovo tutorial

buon divertimento!







martedì 8 novembre 2011

Ghirlanda d'autunno fatta con materiale di scarto (tutorial)

Accolgo l'invito di  "Linee Curve"  a partecipare all' iniziativa per la Settimana Europea della riduzione dei rifiuti  che si svolgerà dal 19 al 27 novembre con questo progetto di decorazione,  realizzato completamente con materiale di scarto.
Per la base ho usato un pezzo di tubo della doccia  sostituito recentemente perchè rotto. L'ho fissato con del nastro adesivo.





Come imbottitura ho utilizzato delle spalline recuperate da vecchi indumenti ( ricordate la terribile moda anni '80?! ) Le ho tagliate a strisce ed incollate sulla base. Dopo di che ho rivestito il tutto con delle strisce di maglina di una vecchia tshirt. Ecco, la base è pronta, non resta che passare alla decorazione.





Ho ritagliato delle foglie e dei fiori dalle retine della frutta e verdure del supermercato. Avete presente quei sacchetti di retina di plastica un po' rigida? Ecco, quelli..ne ho raccolto un bel po' ben lavate e dopo aver eliminato le etichette.








Per le foglie ritagliare tanti ovali leggermente appuntiti, per i fiori tanti rotondini, potete prendere un coperchio di un vasetto come campione. Per fare le "margheritine" basta sovrappore diversi cerchi e fermarli al centro con due punti oppure, se preferite, con un po' di colla. Ho messo tre perline gialle in legno per fornare il centro del fiore. Per i "garofani" piegare i dischetti in 4 e unire tanti spicchietti per la punta. Più ne unite più ricca sarà la corolla. Ho rivestito tutta la ghirlanda di foglie fissandole con qualche punto, ne ho messe anche verso l'interno in modo da creare una "corona" ben distribuita, dopo di che ho incollato i fiori che avevo precedentemente preparato.


Ecco la mia ghirlanda d'autunno riciclosa,  fatta interamente con materiale sottratto all'immondizia, che ve ne pare? A me piace e l'ho subito appesa sulla cappa del caminetto in taverna!





lunedì 7 novembre 2011

I miei piccoli tesori, le chiavi.

Ho raccolto queste chiavi negli anni, alcune sono antiche e altre semplicemente molto vecchie ma è difficile   sapere l'età esatta.. comunque a me piacciono tutte!



Infatti fin da bambina sono sempre stata attratta dalle cose vecchie e che hanno una storia da raccontare..
Io abitavo in un'antica casa del centro storico e vicino a noi c'era il deposito di un robivecchi,  un signore anziano che vuotava solai e cantine e poi rivendeva ferro ed altro materiale.
Quello che a lui non serviva lo dava a noi bambini per giocare. All'epoca  non era come oggi: vecchi giocattoli, fotografe, santini e chincaglierie varie non destavano molto interesse,  l'antiquariato si occupava soprattutto  di mobili d'alta epoca e degli oggetti  "della nonna"  la gente cercava di sbarazzarsene.
Purtroppo di tutti quei vecchi tesori non mi è rimasto  nulla,  non mi era permesso portarli in casa e tenerli, spesso erano molto sporchi e si temevano parassiti e malattie..
Certo i miei genitori avevano le loro ragioni..ma quando giro per mercatini  penso a tutti quelle vecchie cose così interessanti che mi erano passate tra le mani e non posso fare a meno di nutrire qualche rimpianto!

Per appenderle ho fatto un paio di anelli con del filo di ferro abbastanza grosso e poi li ho rivestiti di cordoncino nero fissato con la colla a caldo. ..beh, ad essere onesti gli anelli me li ha modellati  mio marito perchè  da sola non riuscivo..a causa dei miei "doloretti" alle mani, però l'idea è stata mia!









Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...