venerdì 3 giugno 2011

Fettuccia...la produzione continua!

Pensavate che avessi esaurito le t-shirt da riciclare e da cui ottenere la fettuccia? Beh, lo credevo anch'io..poi un giorno, nel sistemare gli armadi, mi sono venute fra le mani delle canottiere dei miei uomini..Ormai in disuso da tempo, alcune erano un po' ingiallite, allora le ho lavate e candeggiate, dopo di che le ho tinte di un bel bluette navy..Però le cuciture sono rimaste bianche..evidentemente non erano di cotone ma di poliestere (che non "prende"il colore)..Ecco la mia "produzione"



Non ho ancora deciso come la utilizzerò..prima però devo terminare i lavori in corso o wip, non ho molta voglia di finirli , e si che mi manca  proprio poco..mah, parto sempre con entusiasmo e poi..(devo ancora imparare a finire una cosa prima di incominciarne un'altra.. ma temo che se non ho imparato fino ad ora..) In compenso non mi stanco  di leggere e questi sono gli ultimi libri che ho letto (questi sì..li ho terminati!!)



La donna che si immerse nel cuore del mondo di Sabina Bermann

 " Un romanzo sulla diversità e sulla libertà, sui mille sentieri inattesi e pericolosi per i quali ognuno di noi cammina col suo personalissimo fardello di qualità e difetti, speranze e ossessioni."

La protagonista è una ragazza autistica e dotata di qualità eccezionali..l'argomento mi interessava particolarmente e all'inizio il libro mi piaceva abbastanza ma, proseguendo  mi ha un po' deluso..   Forse non ero nello stato d'animo giusto.. e magari ad altri può piacere, e allora ho voluto postarlo lo stesso!


Completamente d'altro genere questo piccolo libro di Antonio Gramsci, molto interessante e ancora attuale anche se scritto nel lontano 1917: Odio gli indifferenti Il titolo mi aveva incuriosito ma temevo fosse un po' pesante..invece si legge bene ed è ricco di spunti di riflessione..
«L’indifferenza è vigliaccheria. Vivo, sono partigiano. Perciò odio chi non parteggia.» Antonio Gramsci




Di Franca Valeri:  Bugiarda no, reticente


"Più che un'autobiografia, -Bugiarda no. Reticente- è un vitale, indisciplinato, liberissimo confidarsi di Franca Valeri, come fa la notte con se stessa o con i suoi amati cani..Nel libro emergono ricordi personali molto lontani e limpidissimi, sempre trasfigurati da un'intelligenza sintetica e spiazzante. A partire dai genitori, e passando per la scuola, le leggi razziali, la guerra, il trasferimento da Roma a Milano, si arriva agli episodi più importanti della lunga carriera.. Franca Valeri commenta e valuta la vita con il suo sorriso storto, con serenità, schiettezza e soprattutto con un'intelligenza di cui le si è grati a ogni riga, per la sua qualità profonda e non appariscente; in un fluire ininterrotto la sua voce tocca (con fuga) l'educazione, la moda, il commercio, le passioni, le abitudini, il rapporto con gli altri e con gli animali, la politica, il valore delle parole, l'utilizzo del proprio tempo. Leggerezza, acume, ironia in ogni riga, per una grande lezione di stile. Perché «la comicità è un lavoro di cervello»." 
Questo libro mi è piaciuto molto, amo franca Valeri e il suo stile così ironico e intelligente, ve lo consiglio!


22 commenti:

  1. Ciao cara,
    ti abbraccio forte,
    come va?
    Vuoi che ti spedisca anche alcune delle maglie che non metto più?!? Ah ah ah !!!!!!!

    Grazie delle "recensioni" su questi 3 libri, il 2° e il 3° mi "agganciano"...

    Baci, gioia, e sereno weekend!

    Maddy

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sei pratica e fantasiosa!
    Per i libri, beata te che hai voglia di leggere!
    Bacioni
    Francy

    RispondiElimina
  3. Per Bacco, ma quanto leggi?!
    Anch'io amo la lettura, ma ultimamente devo dire di averla trascurata, purtroppo non riesco a ritagliarmi il tempo per farlo.
    Spero che finite certe scadenze di lavoro potrò rilassarmi e leggere un po' anch'io!
    Bellissime anche le foto del tuo post precedente!
    Bacioni e buon week end,
    Marina

    RispondiElimina
  4. Anche a me capita spesso di iniziare tante cose contemporaneamente ..... e poi quanto tempo per portarle a termine tutte. E' che parto entusiasta e vorrei provare a fare tutto quello che mi piace e trovo in giro nel web, ma contratiamente a te non leggo!!!! Ahime!
    Ma ti volevo chiedere come fai a tagliare le striscie così precise e tutte uguali? Hai un segreto?
    Ciao e buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Ciao complimenti per il riciclaggio, brava, chissa' cosa diventeranno le magliette?
    Grazie per le indicazioni dei libri, mi attira quello di Gramsci e e quello di Franca Valeri, anche a me e' sempre piaciuta per la sua ironia e intelligenza, baci rosa buon week end

    RispondiElimina
  6. Sono sicura cche troverai il modo di utilizzare la fettuccua bluette...e complimenti per la tua fame letteraria
    Buon weekend
    Mari

    RispondiElimina
  7. Ma leggi tantissimo!!! A me Gramsci piace moltissimo, e devo essere sincera, non avevo mai sentito l'ultimo libro che ci proponi... sarà da vedere!!!
    Inoltra anche io sto facendo fettuccia a tutto gas in questo periodo, siamo nel pieno momento di "vuoto totale" negli armadi, e ho materiale in abbondanza!! ^_^
    Un abbraccio
    Babi

    RispondiElimina
  8. Ciao Carmen, quando hai deciso cosa fare con quella fettuccia fammelo sapere che son curiosa.
    Ah!Non so dove lasciarti questo consiglio, e te lo lascio qui: quando fai un commento in qualsiasi blog sappi che sbagli a mettere il tuo link. Tu lasci questo
    http://http//leideedibilibina.blogspot.com
    che ovviamente non può funzionare. C'è un http// di troppo.
    Io ho provveduto a correggerlo, ma dovresti farlo anche tu quando lasci i tuoi commenti.
    Spero di aver fatto cosa gradita
    Ciao

    RispondiElimina
  9. Ho da poco svuotato gli armadi destinazione Charitas e bidoni, ma da oggi mi sa che non si butta più nulla! Tempo fa ho trovato della fettuccia in offerta e mi sono lasciata tentare per provarla prima di perdere tempo a farla e non riuscire a lavorarla...finalmente ho quasi finito i lavori in corso (anch'io ne inizio sempre molti...e li finisco a estro) e il prossimo sarà una borsa con la fettuccia. Appena ho magliette da tagliare ti chiederò consigli sulla produzione!
    Ho letto anch'io il libro della Valeri: la trovo una donna fantastica, ironica e garbata, con uno sguardo sulla vita che solo un'anima grande può avere! Buon lavoro... TARTAMACA (Non riesco a postare sul tuo blog se non in maniera anonima!!! Non so perchè)

    RispondiElimina
  10. ciao bilibina grazie per avermi votato nella sfida di verdesalvia.bel blog il mio e' in costruzione,comunque se vogliamo salutarci ogni tanto mi fa piacere.ciao Erika

    RispondiElimina
  11. Cara Carmen, la fettuccia è bellissima ed il colore molto glamour (senti che parole difficili!): sai cosa ci farei? Una borsina all'uncinetto! Io ne ho fatta una, due o tre anni fa, con il cotone grosso color jeans, a forma di sportina, piccola, con un fiore applicato (sempre all'uncinetto).
    Provo ad aggiungerla qui sotto...
    http://tinypic.com/r/2djxjd4/7

    RispondiElimina
  12. Complimenti per l'originalità...sono curiosa di sapere cosa ne farai di tutta questa fettuccia.
    Baci Clara

    RispondiElimina
  13. Ciao Carmen...quanta fettuccia, ah,ah,ah,! Ma come unisci gli spezzoni ... nodi?
    E grazie per questa carrellata bibliografica MOLTO interessante: sto giusto facendo "la pila" dei libri da portarmi in vacanza, il mio periodo di lettura accanita.
    Buona domenica.
    Sandra

    RispondiElimina
  14. Caspita Carmen...che pazienza a tagliuzzare in striscioline tutte le canottiere!!!
    Bellissimo il colore scelto!

    Anche noi non siamo capaci di iniziare un lavoro solo quando ne abbiamo finito un altro....
    Ci prende l'entusiasmo e...via!
    Iniziamo tanti lavori in contemporanea!!!!

    Buon sabato sera!!!
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  15. Ah! Carmen, io sono la regina degli incompiuti!
    Un giorno dovrò fare outing, e fotografarli tutti quanti, per vergognarmi pubblicamente di non finire mai niente... Secondo me saranno un centinaio, così ad occhio e croce!
    Bel colore quello della tua nuova "fettuccia", appena torno a casa devo vedere se non ho già fatto sparire tutte le mie vecchie magliette, di solito vanno del bidone della Caritas, ma forse qualcosa è scappato, controllerò!
    Ciao!
    Heidi

    RispondiElimina
  16. ma quanti interessi e bravura in questo post
    ...............
    anch'io odio gli indifferenti!
    un saluto

    RispondiElimina
  17. Aspetto la tua idea geniale sulla fettuccia! Anche a me piace molto Franca Valeri! Grazie per la segnalazione!

    RispondiElimina
  18. Ciao Carmen come sempre hai una straordinaria fantasia riciclosa! Poi sei una lettrice veramente Doc ! Sono orgogliosa di te! E sono molto curiosa di sapere cosa combinerai con le fettucce. Per la domanda che mi hai fatto, non so come incollerà le sagome sul fasciatoio ..sono curiosa anch'io di saperlo.Quando consegnerò il lavoro ,chiederò e ti farò sapere!Un grosso bacone e Buon WE !Liza

    RispondiElimina
  19. eh si che di libri ne divori tanti!
    Buon lavoro e lettura...e buona domenica

    RispondiElimina
  20. Ciao, vedo che anche a te piace leggere!
    Nn conosco i libri che citi, ma ne prendo nota...
    Buona serata.
    Cinzia

    RispondiElimina
  21. Leggi veramente tanto... bello!!!
    Bella idea ricavare fettucce da canotte smesse... in effetti si possono utilizzare in più modi... bella l'idea di Lillina.
    Ti auguro una felice settimana

    RispondiElimina
  22. Buono il tuo proposito di terminare il lavoro iniziato( ti posso dire che si può imparare anche da grandi..io l'ho fatto, dopo tanto predicare della mia mamma) e di iniziare il nuovo. E ottime le tue recensioni sui tre libri. Grazie mille.

    RispondiElimina

Un grazie di cuore a tutti coloro che mi leggeranno e vorranno lasciarmi un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...