lunedì 5 marzo 2012

"Quando penso che Beethoven è morto..."


"...mentre tanti cretini ancora vivono"  è il provocatorio titolo dell'ultimo libro che ho letto di Eric Emmanuel Schmitt, un autore che amo molto. Di lui ho infatti già parlato in post precedenti, ma se non lo conoscete, potete leggere  qui    una breve biografia.  In questo libro si parla di musica ma, soprattutto della relazione tra  musica ed emozioni,  un rapporto molto interessante e ricco di sfumature che varia nelle diverse età . Impossibile per me raccontarne la trama,  è un libro da "gustare" piano piano ( al testo è allegato un CD )  La seconda parte Kiki van Beethoven è la storia di  una signora attempata che, grazie alla musica, riesce a superare un grande dolore e a riscoprire la voglia di vivere ed una ritrovata giovinezza, coinvolgendo le sue più care amiche, come lei ospiti di una "residenza per anziani". Anche questa parte,  pur essendo totalmente diversa, è godibilissima ed è accumunata al resto dalla fonte ispiratrice,  il grande musicista.  Se anche voi, come me, amate i libri un po' particolari e non i soliti "polpettoni" ..questo vi potrebbe piacere.
Nel salutarvi vi lascio un piccolo omaggio floreale...peccato non si senta anche il profumo!


14 commenti:

  1. Ciao cara!!!

    Mhhhhhhhh...deve essere moooooooooooolto interessante questo libro!!

    Grazie della segnalazione!

    Baciotti! ;o) NI

    RispondiElimina
  2. Cara Carmen, ti ringrazio davvero per questo post e il suggerimento librario... come sai io e la musica siamo molto vicine e mi hai suggerito una lettura che mi attira moltissimo, appena andrò in libreria cerco questo bel libro!! Buona settimana

    RispondiElimina
  3. Grazie cara Carmen per questa interessantissima recensione!!!

    baciii
    Cri&Anna

    RispondiElimina
  4. ciao cara Carmen!
    dagli ultimi post ho notato che ti piace tanto la lettura, per questo ti invito a partecipare al giveaway che ho indetto nella mia "Locanda dei Libri"...potrebbe interessarti ;-)
    Ti lascio il link
    http://locandalibri.blogspot.com/2012/02/giveaway-lo-scrigno-del-lettore.html

    ciauuuuuu

    RispondiElimina
  5. Mi hai incuriosito molto...
    Ciao Clara

    RispondiElimina
  6. mi ispira tanto tanto!!! grazie per il consiglio

    RispondiElimina
  7. Ciao tesoro ^_^ !!!!!
    E' esattamente così, detesto i polpettoni...
    (...anche quelli di carne, essendo vegetariana,
    ih ih ih!), tant'è che prediligo i libri di matrice cristiana...
    ...grazie x la segnalazione, dalla tua descrizione sembrano essere "nelle mie corde" !

    (Ti faccio sorridere: all'inizio, dove scrivi il titolo: "Quando penso che Beethoven è morto mentre molti cretini ancora vivono", al posto di "cretini" ho erroneamente letto "creativi"...
    ...t'immagini la mia
    faccia ?!?!?
    Ah ah ah !!!!!

    Bacione, grandissimo!

    M@ddy

    RispondiElimina
  8. Ciao bilibi grazie, immagino il profumo intenso e particolare, bello il titolo di questo libro simpatico, bella anche la storia, grazie per la recensione e per l'indicazione:)
    ciao baci rosa buona settimana

    RispondiElimina
  9. Grazie del consiglio! Non conosco quest'autore, ma mi fido...
    Grazie anche del delizioso fiore di giacinto che ci regali.

    RispondiElimina
  10. che belli questi fiori bianchi!LO so,non so il nome,mi spiace,il pollice verde proprio non fa parte del mio DNA.
    Per il libro,scegli sempre belle storie
    Lu

    RispondiElimina
  11. grazie, è proprio il mio genere

    RispondiElimina
  12. -Già solo il titolo di questo libro mi piace,ma sò che non lo leggerò mai.forse in un'altra vita!!

    RispondiElimina
  13. buona giornata a grazie per gli auguri

    RispondiElimina
  14. mi piace leggere,ma non ne trovo mai il tempo.ho il comodino pieno di libri,ma quando mi metto a letto crollo ancora prima di prenderne uno in mano!

    RispondiElimina

Un grazie di cuore a tutti coloro che mi leggeranno e vorranno lasciarmi un commento.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...